Cinque consigli per evitare gli incendi di natura elettrica in ambito commerciale e industriale

La sicurezza elettrica è fondamentale per ridurre gli incendi che possono mettere a rischio vite umane, causare danni alle apparecchiature e compromettere l’immagine aziendale.

La Electrical Safety Foundation International (ESFI) ha scelto il mese di maggio come mese nazionale della sicurezza elettrica. È un promemoria che ci ricorda che dobbiamo aumentare la consapevolezza sul rischio, seguire le normative e implementare le tecnologie per ridurre i problemi elettrici.

In Italia il 20% degli incendi sui luoghi di lavoro sono di origine elettrica

La sicurezza elettrica è fondamentale per ridurre gli incendi che possono costare vite umane e danni aziendali. Secondo il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, solo in Italia ogni anno si verificano tra i 30.000 e i 50.000 incendi in ambienti civili. Il 20% degli incendi che si verificano sul luogo di lavoro sono di origine elettrica. L’impatto economico complessivo ogni anno si aggira attorno a 2,5 Mld di euro.

In qualità di produttore leader di apparecchiature elettriche e soluzioni di monitoraggio del consumo dell’energia, è dovere di Schneider Electric aiutare a formare ed educare i professionisti elettrici sulle migliori pratiche e tecnologie disponibili per prevenire gli incendi di natura elettrica.

Cinque consigli per prevenire gli incendi di natura elettrica

Di seguito sono riportati i cinque suggerimenti principali per i professionisti del settore per proteggere i clienti dagli effetti devastanti di un incendio di natura elettrica.

1. Rimani aggiornato

È importante rimanere conformi alle normative CEI per la corretta progettazione e installazione dei sistemi elettrici. L’applicazione di dettami obsoleti limita il potenziale per la prevenzione dei pericoli non sfruttando le migliori pratiche e tecnologie attuali. In particolare, è molto importante la prevenzione e la protezione di quei fenomeni che possono innescare un incendio di natura elettrica, come una fuga termica o un arco elettrico.

2. Scegli una protezione contro i guasti dell’arco

Esistono dispositivi di protezione che possono aiutare a ridurre il rischio di guasti da arco, interrompendo la corrente prima che un incendio abbia la possibilità di svilupparsi. Un interruttore per la protezione di guasti da arco elettrico (AFDD) protegge i circuiti terminali da archi paralleli (da fase a neutro o da fase a fase) e da archi serie (nella stessa fase). Per una maggiore protezione, un interruttore AFDD combinato può salvaguardare l’intero circuito. Per la scelta del miglior dispositivo, bisogna tenere in considerazione moltri fattori tra cui normative, costi e tipologia d’installazione. Gli interruttori automatici AFDD rimangono la scelta giusta per fornire la migliore protezione, ridurre i costi di installazione e soddisfare facilmente tutti i requisiti CEI.

3. Scegli una protezione contro gli arc flash

La frequenza con cui si verifica un’esplosione dovuta alla presenza di un arco elettrico è più elevata di quanto normalmente si possa pensare. Oltre al rischio di causare gravi lesioni fisiche al personale (ad es. danni alla vista, ai polmoni, alla pelle), il forte calore e gli spruzzi di metallo fuso che si sprigionano da un arco elettrico, possono innescare incendi.

La migliore protezione contro gli arc flash sono i dispositivi che forniscono un rilevamento ultraveloce utilizzando una combinazione di ingressi di corrente e luce tramite canali del sensore ad arco. In caso di guasto, il dispositivo interrompe la corrente per ridurre l’energia liberata dall’arco. Questo non solo contribuisce a proteggere le persone e la disponibilità dell’impianto, ma può anche migliorare l’affidabilità della protezione della distribuzione di energia.

4. Sfrutta i vantaggi di un monitoraggio termico continuo

Con il passare del tempo i collegamenti elettrici difettosi nelle installazioni MT e BT possono aumentare la resistenza di contatto, accelerare il deterioramento e, infine, creare una fuga termica, che può causare un incendio o un’esplosione.

La scansioni con termocamera sono state tradizionalmente utilizzate per ispezionare le aree a più alto rischio e rilevare aumenti anomali della temperatura nei cavi e nelle connessioni. Tuttavia, poiché questo monitoraggio viene svolto solo previa programmazione (ad esempio ogni 12 mesi), non è raro che si verifichi una fuga termica in un punto in cui il surriscaldamento si sviluppa rapidamente oppure in un punto difficilmente visibile con la termocamera.

I prodotti che offrono un monitoraggio termico continuo costituiscono un modo più sicuro, completo ed economico per rilevare i rischi termici. I sensori termici wireless sono installati in modo permanente sulle connessioni delle sbarre, sui collegamenti dei cavi e su altri punti ad alto rischio. I dati sulla temperatura vengono continuamente raccolti e caricati in un sistema di gestione dell’alimentazione in locale o cloud, con avvisi inviati ai manutentori per aiutarli a intervenire prima che si verifichino danni o incendi.

5. Scegli la manutenzione predittiva basata su condizioni

Gli studi dimostrano che i quadri elettrici sottoposti a scarsa manutenzione hanno più del doppio di probabilità di guastarsi. L’approccio tradizionale alla manutenzione preventiva è in genere attuato su base programmata.

Una strategia più efficiente ed efficace consiste invece nell’impiegare un approccio di manutenzione predittiva o basata su condizioni, con il quale lo stato dell’apparecchiatura viene continuamente monitorato per determinare quando è necessaria la manutenzione. In questo modo si possono risparmiare tempo e denaro, oltre a individuare tutte quelle condizioni di rischio che sfuggono ai controlli programmati.

Alcuni esempi possono essere il monitoraggio termico, l’analisi dell’invecchiamento degli interruttori e il monitoraggio continuo del sovraccarico dei circuiti e delle apparecchiature. I servizi gestiti sono un chiaro esempio di questo approccio, fornendo ai team delle strutture una visione esperta e raccomandazioni prescrittive.

Progettando e installando impianti elettrici in conformità a tutte le norme applicabili, scegliendo i dispositivi di protezione appropriati, monitorando attentamente le potenziali condizioni di rischio e seguendo le migliori pratiche di manutenzione, il verificarsi di incendi elettrici può essere significativamente ridotto. Schneider Electric offre tecnologia, soluzioni e servizi all’avanguardia per supportarvi in ogni fase.

Ottieni l’accesso a una serie di nuovi strumenti e risorse digitali per supportarti dentro e fuori dal lavoro. Iscriviti al Portale per i partner di Schneider Electric per ricevere assistenza.

Questo post è stato pubblicato originariamente sul blog Global di Schneider Electric.

L’autore del post: Jeff M. Miller

Jeff M. Miller è Responsabile globale del segmento Specifier e dei programmi dedicati agli Specifier, appaltatori e quadristi presso Schneider Electric.


Nessuna Risposta

Rispondi

  • (will not be published)