Come l’intelligenza artificiale aiuta le aziende a diventare più sostenibili

Ci sono molti modi in cui un’azienda può essere sostenibile. Uno di questi è utilizzare l’intelligenza artificiale per ottimizzare la gestione dell’energia. Abbiamo chiesto al nostro esperto Peter Weckesser – Chief Digital Officer di Schneider Electric e membro del nostro Comitato Esecutivo – di raccontarci come le aziende possono già farlo anche attraverso l’esperienza di quelle che lo stanno già facendo.

Qualche tempo fa ho scritto un post su come sostenibilità e digitalizzazione vadano di pari passo. Ho menzionato il potere dell’intelligenza artificiale (AI) per aiutarci a prendere decisioni più intelligenti basate su fatti concreti ed enormi quantità di dati, fornendo vantaggi operativi alle aziende e supportandoci nel nostro percorso verso la sostenibilità.

Ma c’è un problema: per essere pronte per il futuro, le aziende devono iniziare a combinare intelligenza artificiale, competenze umane e partnership affidabili, ORA. Dopotutto, il cambiamento climatico sta accadendo ORA. L’innalzamento del livello del mare e l’intensificarsi degli incendi, delle tempeste, della siccità e delle inondazioni impongono all’azione ogni giorno. Il danno è innegabile e il tempo stringe.

Umana e artificiale, la sfida energetica richiede intelligenza

Intendiamoci: l’energia pulita e la gestione efficiente dell’energia sono fondamentali per affrontare la crisi climatica. E il vero valore dell’intelligenza artificiale nella gestione dell’energia si concretizza quando la tecnologia incontra l’esperienza umana. Quando fornisci agli esperti del mercato dell’energia approfondimenti basati sui dati e tecnologie digitali, ottieni strategie aziendali migliori, un processo decisionale più rapido e una maggiore efficienza operativa.

L’utilizzo dell’intelligenza artificiale è relativamente recente nel settore e molte persone potrebbero ancora avere l’impressione che sia una disciplina teorica che non è ancora in grado di fornire soluzioni pratiche.

La realtà, tuttavia, è che applichiamo già l’intelligenza artificiale per analizzare, simulare, testare, utilizzare la logica, apprendere, prevedere e adattare le strategie nel tempo. E queste capacità possono aiutare le aziende e le società ad avanzare verso una maggiore efficienza energetica e decarbonizzazione.

Tre modi in cui l’intelligenza artificiale può cambiare la gestione dell’energia

  1. Uso più efficiente dell’energia

Le aziende raccolgono grandi quantità di dati che possono utilizzare per massimizzare l’efficienza. Trasformare questi dati in azioni può essere una sfida, ma in cui l’intelligenza artificiale può aiutare.

L’intelligenza artificiale può monitorare e anticipare con precisione le tendenze di consumo, segnalare dove è necessario apportare modifiche e mettere a punto automaticamente i sistemi per garantire un’efficienza ottimale. E può aiutare le aziende a reagire “real-time” alle opportunità di ulteriore domanda e alle interruzioni sempre più frequenti causate da condizioni meteorologiche estreme.

  1. Diversificazione delle fonti energetiche

L’intelligenza artificiale può supportare le aziende nell’introduzione di fonti di energia rinnovabile e nel controllo della loro impronta di carbonio, offrendo all’energia pulita una migliore possibilità sul mercato.

Le aziende che producono la propria energia rinnovabile possono applicare l’intelligenza artificiale e l’analisi predittiva ai dati meteorologici per aiutare a determinare i tempi di punta per la generazione e ottimizzare l’uso di sistemi di accumulo di energia distribuita o batterie.

  1. Acquisto di energia più intelligente

L’intelligenza artificiale può permettere di esaminare tendenze di mercato complesse e analizzare i dati per elaborare piani per gestire meglio la spesa energetica e ridurre i rischi in un mercato volatile.

Questa tecnologia può anche monitorare come e quando le aziende consumano energia e supportare le loro decisioni commerciali. Ad esempio, le aziende che consumano e producono energia – note come prosumer – possono ricevere indicazioni per decidere quando vendere l’energia in eccesso dalle loro fonti rinnovabili.

Ecco come l’IA sta già aiutando

In Schneider Electric, ci concentriamo sulla sostenibilità e sull’innovazione digitale da molti anni e all’inizio di quest’anno, la società di media e ricerca Corporate Knights ci ha nominato la società più sostenibile al mondo.

Le nostre soluzioni utilizzano già l’intelligenza artificiale per ottimizzare le operazioni, aiutando i nostri clienti a raggiungere la trasparenza energetica e a consumare meno energia.

Oltre lo zero netto

Come si concretizza questo, in pratica? Prendete il centro di distribuzione del rivenditore Lidl in Finlandia. Qui, il software EcoStruxure Building Operation “insegna” al sistema di gestione dell’edificio a prevedere e ottimizzare il consumo energetico. Il sistema funziona insieme a EcoStruxure Microgrid Advisor in modo che l’energia venga prodotta, consumata o immagazzinata esattamente dove deve essere, risparmiando il 70% sui costi energetici. In alcuni periodi dell’anno può addirittura superare lo zero netto distribuendo l’energia in eccesso a 500 abitazioni vicine.

Ottimizzazione dei costi energetici

Un altro esempio: Il South Australian Produce Market ha dovuto gestire l’alternarsi di tariffe instabili e prezzi in negativo. EcoStruxure Microgrid Advisor ha permesso di gestire questa volatilità ottimizzando le operazioni in base alle varizioni dei prezzi.

Partnership verdi

In Schneider Electric Exchange, il nostro ecosistema aperto per la gestione dell’energia IoT e le soluzioni di automazione, l’analisi incentrata sull’efficienza e il software stanno diventando un’area chiave di partnership. Aziende come Predictive Layer sono un ottimo esempio di questo approccio. Questa società svizzera offre la sua piattaforma AI Forecasting e pubblica i propri set di dati esterni su Exchange, aiutando a eliminare l’incertezza della previsione della domanda di energia e a creare risparmi fino al 25% sulle bollette energetiche.

La nostra ultima migliore occasione per affrontare il cambiamento climatico

L’intelligenza artificiale non è la soluzione semplice a un problema complicato che da sola può rendere verde un’azienda da un giorno all’altro. Ma sta già aprendo possibilità di vasta portata per le aziende. Se implementato insieme a o a supporto degli obiettivi generali di sostenibilità di un’azienda, può aiutare ad accelerare le azioni verso un futuro più rispettoso del clima. E questo significa che può aiutare ad affrontare la più grande sfida che l’umanità deve fronteggiare oggi.

Leggi il nostro white paper gratuito per scoprire come migliorare l’efficienza energetica della tua azienda e ridurre l’impronta di carbonio con soluzioni digitali e collaborazione.

Questo post è stato pubblicato originariamente sul blog internazionale di Schneider Electric.

L’autore del post: Peter Weckesser

Peter Weckesser – Chief Digital Officer di Schneider Electric e membro del nostro Comitato Esecutivo.


Nessuna Risposta

Rispondi

  • (will not be published)