Dare alle industrie la possibilità di ottimizzare al meglio il consumo di energia e risorse. La nostra esperienza nel progetto ECOFACT

Coniugare crescita e sostenibilità è il nostro obiettivo ma anche una sfida. Ti raccontiamo il nostro contributo per ECOFACT, un progetto volto a creare una piattaforma unificata che consenta di migliorare le performance energetiche dei sistemi di produzione industriale con soluzioni avanzate per un’efficienza produttiva sostenibile.

Schneider Electric è parte del consorzio europeo ECOFACT

Schneider Electric Italia partecipa da diversi anni a progetti di ricerca europei finanziati in Horizon 2020, il programma quadro dell’Unione Europea per la ricerca all’innovazione. Queste iniziative coinvolgono di volta in volta team composti da varie aziende, società di consulenza, dipartimenti universitari ed enti di ricerca, con l’obiettivo di sviluppare tecnologie innovative di cui L’Unione Europea possa beneficiare e di dimostrarne l’applicabilità in realizzazioni pilota.

Tra i temi di maggiore rilievo spicca l’efficienza energetica, applicata a diversi ambiti. Stefano Mangili, responsabile dei Progetti Europei in Italia per Schneider Electric, illustra l’impegno dell’azienda in queste iniziative di innovazione e sviluppo:

Schneider Electric ha partecipato a numerosi progetti che declinano l’innovazione tecnologica attraverso la gestione dell’energia e dei sistemi – supportata dal nostro expertise e dalla piattaforma EcoStruxure – in settori di mercato quali le strutture sportive con il progetto Sport e2, i centri commerciali con CommONEnergy, le strutture residenziali con THERMOSS, TABEDE e ‘BuildHeat‘, gli ospedali con Green@Hospital, il terziario con SunHorizon integrando le soluzioni innovative sviluppate”.

La sfida per un’efficienza produttiva sostenibile

A tutto questo si aggiunge la partecipazione in ECOFACT: un progetto europeo volto a creare una piattaforma unificata che consenta di ottenere diversi obiettivi: migliorare le performance energetiche dei sistemi di produzione industriale attraverso soluzioni per l’efficienza energetica, ma anche creare ex-novo una piattaforma che, sfruttando i dati, renda applicabili tecnologie ICT avanzate al fine di coniugare i nuovi modelli produttivi “on demand” con la sostenibilità.

Recentemente Alessandro Semenzato, che rappresenta Schneider Electric Italia nel progetto, ha spiegato in un’ intervista pubblicata sul sito web di ECOFACT motivazioni e valore aggiunto della partecipazione a una iniziativa che è pienamente in linea con la missione dell’azienda: dare a tutti la possibilità di sfruttare al meglio l’energia e le risorse, proponendosi come partner per un percorso di digitalizzazione che collega la crescita del business delle aziende e la loro sostenibilità.

“Nel progetto ECOFACT, porteremo la nostra esperienza e competenza nel connettere sistemi tecnologici attraverso tutti i livelli di un processo industriale: prodotti, controlli, software e servizi” ha spiegato Semenzato. “Vogliamo raccogliere le sfide di un settore in rapido cambiamento, percorrere sentieri inesplorati per arrivare a soluzioni che migliorino i risultati in tutto il ciclo di vita, e consentano una integrazione dai dispositivi di campo al software in cloud”.

Monitorare i consumi, migliorare le performance

Il contributo di Schneider Electric sta nell’innovazione attraverso la digital transformation di sistemi tecnologici e processi produttivi, in piena logica “Industria 4.0”: “Sviluppiamo apparecchiature certificate per monitorare il consumo di energia elettrica e termica negli edifici e nei siti produttivi, e i nostri clienti possono già contare sulla nostra piattaforma EcoStruxure raccogliere e analizzare i loro dati di consumo. La connessione di tutti i sistemi attivi sotto un unico ombrello di monitoraggio e il miglioramento degli algoritmi di analisi per ottimizzare qualsiasi processo produttivo sono una frontiera estremamente interessante, che può aprire la porta allo sviluppo di nuove soluzioni sia per le nostre stesse realtà produttive, sia per i nostri clienti” ha detto Semenzato.

Il punto critico è dato dal fatto che spesso i sistemi di monitoraggio dell’energia non sono sfruttati al 100% del potenziale, perché questo richiede una conoscenza profonda di piattaforme, sistemi e richiede tempo da dedicare all’analisi. Per diffondere il più possibile un approccio sostenibile e di efficienza energetica, l’esigenza è semplificare, rendere disponibili le informazioni.

“La piattaforma ECOFACT può ridurre drasticamente la complessità delle valutazioni necessarie per ottimizzare la gestione di una linea di produzione o addirittura di un intero stabilimento, potrebbe dare giusti suggerimenti per ridurre l’impatto ambientale dell’attività, risparmiando energia e risorse”.

Il contributo di Schneider Electric al progetto ECOFACT

Nel quadro di ECOFACT, Schneider Electric sta lavorando per integrare al meglio la piattaforma di monitoraggio energetico EcoStruxure Power Monitoring Expert“Stiamo immaginando nuove modalità di utilizzo, vorremmo estendere il suo campo di applicazione migliorando la sua interoperabilità verso connessioni a monte, per farne un nodo centrale del livello di intermediazione dei dati”.

Attraverso l’integrazione di tutte le tecnologie, expertise e competenze dei 21 partner di ECOFACT si vuole arrivare a un risultato dirompente per lo scenario produttivo.

“Il risultato del progetto permetterà alle aziende di vedere i loro prodotti non solo in termini di costi e ricavi di produzione, ma anche in termini di impatto sull’ambiente e consumo di risorse. Speriamo che il risultato del progetto aumenti la sensibilità dei clienti verso i temi della sostenibilità” conclude Semenzato.

Il progetto ECOFACT è stato finanziato dal programma dell’Unione Europea Horizon 2020, Grant Agreement  n° 958373.


Nessuna Risposta

Rispondi

  • (will not be published)