Perché l’industria ha bisogno di soluzioni IT progettate ad hoc

Nel loro processo di digitalizzazione, le aziende hanno capito che hanno bisogno di più potenza di calcolo non solo nei data center centralizzati ma anche dove l’infrastruttura IT è distribuita come nei siti di Industrial Edge.

Soluzioni IT per l'industrial edge

La maggior parte delle aziende del settore consumer e di quello industriale sono in una fase di trasformazione digitale che ha come obiettivo quello di renderle più efficienti. Allo stesso tempo però si aspettano che la digitalizzazione crei nuove opportunità di business, ad esempio, grazie all’IIoT (Industrial Internet of things), AI (intelligenza artificiale), ML (machine learning ovvero l’apprendimento automatico).

Mentre una volta un server o due e alcuni switch di rete sarebbero stati sufficienti per soddisfare le esigenze informatiche di un negozio al dettaglio o di un impianto di produzione ma anche di un magazzino o di una struttura sanitaria, la trasformazione digitale ha cambiato l’equazione. I sensori e i dispositivi IIoT generano enormi quantità di dati che devono essere elaborati in tempo reale o quasi da AI, ML e da altre applicazioni, per generare valore aziendale. In molti casi, queste includono applicazioni rivolte al cliente per guidare le interazioni e le vendite.

Tutte queste esigenze hanno resa necessaria una maggiore potenza di calcolo locale in siti distribuiti – configurazione on edge – compresa la necessità di una potente infrastruttura iper-convergente che combini server, storage e rete in un unico “contenitore”. Ma proprio perché la computazione dei dati deve avvenire “real time” con bassa latenza, il cloud non è sufficiente a gestire questo tipo di elaborazioni.

Le sfide dell’Industrial Edge

Con l’aumento della domanda di potenza di calcolo, aumenta anche la necessità di proteggere adeguatamente l’infrastruttura IT distribuita. Dato che l’infrastruttura supporta la continuità operativa e il flusso di dati di applicazioni che sono critiche per il business, deve essere protetta in termini di sicurezza fisica, protezione dell’alimentazione e raffreddamento per garantire continuità.

Negli edifici commerciali e industriali, ad esempio, in cui non c’è fisicamente spazio per il tradizionale armadio di cablaggio, si tratta di una vera sfida. L’infrastruttura IT, infatti, dovrebbe stare negli stessi spazi in cui i dipendenti lavorano e probabilmente anche dove si muovono i clienti. In molti casi, questi spazi non sono proprio il luogo ideale per uno spazio IT perché fa molto caldo o freddo, per le vibrazioni o per la polvere eccessiva.

Ad esempio, i fast food si stanno sempre più dotando di totem digitali per permettere ai clienti di fare ordini senza l’intervento di un addetto. Questi totem sono vere e proprie strutture IT che ospitano computer e apparecchiature di rete che devono essere protette da interruzioni, intenzionali o involontari, anche di corrente, evitando il rischio dell’offline. Inoltre, hanno bisogno di connessioni affidabili verso ulteriori dispositivi di edge computing che, molto probabilmente, si trovano in quelle aree del fast food in cui si accettano, elaborano, gestiscono ed evadono gli ordini arrivati digitalmente.

Nei siti di produzione invece sono polvere e vibrazione i nemici numero uno delle infrastrutture IT, insieme a sbalzi di temperatura o a troppo caldo ed eccessivo freddo.

Soluzione ad hoc per l’Industrial Edge

I Micro Data Center si stanno evolvendo per affrontare tutte le sfide della trasformazione digitale e dell’Industrial Edge. In particolare, sono state create soluzioni ad hoc per commercio e industria, settori in cui sicurezza e ambienti IT difficili da gestire, possono essere una vera sfida.

Le trasformazioni IIoT e l’industria 4.0 rendono i Micro Data Center essenziali per l’affidabilità di tutta l’infrastruttura industriale IT spesso in ambienti ostili e difficili da gestire, semplificando la convergenza IT e OT, abilitando le applicazioni IIoT e garantendo i requisiti di sicurezza.

Le soluzioni Micro Data Center EcoStruxureTM Serie R riducono i costi di implementazione e i tempi attivazione. Configurabili, preconfezionate, con sistemi rack chiusi che includono alimentazione, raffreddamento, sicurezza e gestione, permettono di risparmiare – 40% sui costi di implementazione, pronte per l’uso il 20% più velocemente, riducono i costi di manutenzione del 7%. I Micro Data Center EcoStruxureTM Serie R sfruttano l’infrastruttura esistente e possono potenzialmente ridurre le spese di capitale 48% rispetto a una infrastruttura tradizionale.

Dedicato agli ambienti IT critici è anche la serie Micro Data Center 6U di Schneider Electric che permette ai server pesanti, alle apparecchiature di rete e agli UPS di essere montati in modo sicuro direttamente su una parete, risparmiando spazio prezioso a pavimento. Il design a profilo sottile, che lo fa assomigliare a un pannello elettrico, lo rende meno ingombrante rispetto alle soluzioni rack standard a pavimento. Garantisce inoltre sicurezza fisica, protezione e distribuzione dell’energia elettrica con la possibilità di essere monitorato a distanza. Il suo filtro antipolvere integrato e il sistema di ventilazione, lo rendono ideale anche per gli ambienti industriali leggeri.

Scopri di più visita il nostro sito.

Questo post blog è stato originariamente pubblicato in inglese sul blog Schneider Electric Global.

***

L’autore del post: Paolo Colombo

Paolo Colombo è Go To Market Director per Machine Builder e System Integrator di Schneider Electric. Ha trascorso gli ultimi 13 anni concentrandosi su vari segmenti, tra cui OEM e Food and Beverage, concentrandosi sull’analisi delle tendenze del mercato e concentrandosi sempre sulle esigenze dei clienti. Gli piace lavorare con team interfunzionali per identificare e sviluppare prodotti innovativi che supportano le tecnologie in evoluzione nel mercato.

Glossario

Definizione di IIoT

IIoT, produzione intelligente, fabbrica digitale, impianto digitale, industria connessa, Industria 4.0, industrie intuitive. Indipendentemente da come si chiama questa trasformazione dirompente del settore, offre, attraverso la potenza dei sensori, la connettività sicura e una piattaforma IIoT, una maggiore produttività, efficienza, sostenibilità e sicurezza informatica sia negli impianti di produzione nuovi che in quelli esistenti.

Che cosa si intende per Industrial edge

Per cogliere le opportunità e i vantaggi di una sempre maggiore automazione, gli operatori industriali non possono fare affidamento solo sulla tecnologia cloud per gestire la resilienza e la velocità richieste dall’intelligenza artificiale, dall’apprendimento automatico e da altre tecnologie che caratterizzano l’Industria 4.0.

I Data Center Edge locali sono ambienti dell’infrastruttura IT distribuiti geograficamente per abilitare gli end-point sulla rete. Quando queste infrastrutture si trovano in ambienti industriali, ad esempio un impianto di produzione o un centro di distribuzione, vengono definite “industrial Edge computing”. Gli analisti hanno classificato l’infrastruttura Edge come sempre più importante per supportare la digitalizzazione e i requisiti dell’Industria 4.0.


Nessuna Risposta

Rispondi

  • (will not be published)