Industria cosmetica: l’eccellenza è Made in Italy

Digitalizzazione, sostenibilità e certificazione del Made in Italy: le sfide dell’industria cosmetica.

La trasformazione digitale del settore della cosmetica

L’industria cosmetica italiana è il quarto sistema economico dopo Germania, Francia e Regno Unito con una crescita costante della produzione e dell’export. Il settore, caratterizzato dal marchio del Made in Italy, ha un tasso di innovazione elevato e una crescita economica doppia rispetto alla media del manifatturiero italiano. Per consolidare la propria presenza nei mercati presidiati, il settore cosmetico sta affrontando molte sfide quali la digitalizzazione e la sostenibilità.

A queste sfide si aggiunge una sempre maggiore consapevolezza ed attenzione alla sostenibilità ambientale da parte del consumatore, la cui priorità è ora quella di essere informato sulla qualità dei prodotti e sui componenti utilizzati. I consumatori sono disposti ad investire di più per il proprio benessere, su prodotti con certificazione naturale e sostenibile.

L’industria cosmetica è conscia di questi nuovi trend di mercato e sta investendo in ricerca ed innovazione di prodotto e di processo anche grazie alla digitalizzazione, che dà un contributo importante a livello di efficienza energetica ed assicura competitività grazie all’interconnessione di impianti, persone e informazioni.

Trasformazione sostenibile a 360°

La sostenibilità è un trend trainante: l’approccio green, naturale, bio è ormai un’esigenza e non una semplice moda. Il consumatore presta sempre più attenzione verso prodotti di origine naturale, senza micro-plastiche e a basso impatto ambientale. Le esigenze del mercato comportano quindi, non solo maggiore attenzione nella scelta delle materie prime dei prodotti cosmetici, ma anche lo studio di nuovi materiali ecologici per il packaging.

Le aziende del settore della cosmetica devono dunque puntare sull’innovazione sostenibile e su una produzione che rispetti i dettami dell’economia circolare: Reuse, Reduce, Recycle.

L’industria cosmetica nell’era digitale

Quali sono le tecnologie a supporto delle esigenze del settore cosmetico?

Per continuare ad essere competitivi è necessario adottare soluzioni software e hardware che consentano di gestire ed analizzare i dati e di migliorare il controllo delle fasi produttive.

Schneider Electric è in grado di offrire elevati standard di ottimizzazione delle risorse e del grado di sostenibilità e di sicurezza attraverso l’implementazione di soluzioni per:

  • garantire la quantità di prodotto in modo preciso e continuo;
  • monitorare i parametri critici (temperatura miscele, velocità miscelazione, quantità ingredienti);
  • gestione e monitoraggio efficace dell’energia;
  • totale tracciabilità della produzione per evitare non conformità;
  • assicurare un’alta qualità del prodotto finito e ridurre gli scarti;
  • ridurre al minimo i tempi di fermo macchina;
  • massimizzare la flessibilità produttiva.

Leggi tutti i post di Patrizia Copreni dedicati alla digitalizzazione dei distretti industriali italiani.


Nessuna Risposta

Rispondi

  • (will not be published)